Apricale

Sorge, con le caratteristiche di un borgo prettamente medioevale, nella Valle del Merdanzo, in una posizione panoramica veramente eccezionale. Fu per anni dominio dei conti di Ventimiglia che, alla fine del XIII secolo la cedettero ai Doria. Nel 1797 con la proclamazione delle Repubblica ligure divenne comune autonomo. L’abitato vanta ancora parte delle mura medioevali e del castello; la chiesa del cimitero che risale al XII secolo conserva all’interno particolari affreschi del ‘400. Nell’oratorio di S.Bartolomeo si può ammirare un polittico su legno del 1544. I posti più caratteri-stici del borgo vantano “murales” di artisti moderni. L’econonia è basata sull’ olivicoltura e viticoltura con produzione del famoso “rossese”.