Aurigo

Tipico paese dell’entroterrra, gode di un’ottima posizione a cui deve il suo nome. Fu in passato feudo dei conti di Ventimiglia, poi nel 1575 passò, unitamente a Maro e Prelà, sotto il Marchesato dei Doria, quindi fu proprietà di Carlo Emanuele I di Savoia. Il borgo primitivo sorgeva nelle vicinanze della chiesa di S.Andrea, in parte conservata nelle forme originali. Il paese vive soprattutto grazie all’olivicoltura ed all’agricoltura.