Bordighera

Si divide in due parti: la città vecchia sul Capo Sant’Ampelio, e la città nuova tra il capo e Vallecrosia, collegate fra loro dalla strada romana che corre a mezza costa. Fu borgo cresciuto intorno al Priorato benedettino di S. Ampelio e soggetto a Ventimiglia. Resasi autonoma nel 1686 e incorporata nel Regno di Sardegna nel 1815 soggetta alla Casa di Savoia. Testimonianze storiche rimangono le porte Soprana e Sottana, tratti di vecchie mura, vicoli, carrugi e palazzi medievali. Al nuovo sviluppo della città si devono la chiesa dell’Immacolata costruita nel 1833, il Museo Bicknell fondato nel 1888 e la villa Regina Margherita.